Mission

La Società Scientifica I BLaST persegue scopi scientifici, professionali, formativi e di tutela dei lavoratori associati. È apartitica e non ha scopi di lucro. Tutela la specifica attività svolta dai TSLB, ponendo al centro la persona umana e l’impegno per lo sviluppo della conoscenza, nonché l’approfondimento scientifico della professione, in collaborazione con il Ministero della Salute, le Regioni, le Province autonome di Trento e di Bolzano, le istituzioni pubbliche, nonché le strutture private accreditate e non. Non esercita attività imprenditoriali o partecipazione ad esse, salvo quelle necessarie per lo svolgimento delle proprie attività e di formazione continua, con l’obbiettivo di:
1. tutelare gli interessi etici e professionali dei soci e intervenire, a tutti i livelli istituzionali, sociali, politici e culturali, nella definizione e nell’adozione delle politiche di settore che abbiano ricadute dirette o indirette sulla professione, per favorire la promozione e il progressivo miglioramento delle condizioni di esercizio professionale;
2. promuovere ed organizzare corsi di formazione e aggiornamento professionale finalizzati all’adeguamento delle competenze tecnico-scientifiche e manageriali;
3. Promuoveremo e sosterremo la necessità dello sviluppo di competenze avanzate, che individuino nuovi e sempre più importanti settori in cui la nostra professionalità possa essere impiegata al meglio, seguendo ed assecondando i cambiamenti in medicina di laboratorio, che è in costante crescita ed evoluzione, in particolar modo nei settori dell’informatica, della prevenzione, delle nanotecnologie e della qualità.
4. sostenere la standardizzazione nei laboratori di analisi, in stretta collaborazione con gli organismi istituzionali;
5. supportare i TSLB nella partecipazione costruttiva alla definizione e implementazione dei percorsi diagnostico assistenziali;
6. promuovere processi innovativi volti ad una maggiore centralità del paziente all’interno dei percorsi di prevenzione, diagnosi e cura, al fine di migliorare i livelli qualitativi degli interventi diagnostici;
7. Farsi portavoce, presso le sedi istituzionali competenti, delle problematiche relative al percorso didattico e al numero di studenti afferenti alla classe di Laurea;
8. promuovere l’unità con i colleghi aderenti ad altre associazioni, attivando gli strumenti necessari per addivenire, in prima istanza, alla costituzione di una Unione dei TSLB per poi confluire nell’Albo/Ordine Professionale;
9. sostenere, garantire e tutelare i soci attraverso consulenze legali ed assicurative per rischi clinici e sanitari;
10. promuovere lo sviluppo di una cultura professionale che arrivi alla sperimentazione di nuove forme organizzative del lavoro ( learning organization, organizzazione per competenze…), che veda il TSLB come importante co-protagonista nell’ambito dei processi decisionali;
11. favorire il confronto e la cooperazione all’interno dell’associazione tra le diverse generazioni, coniugando esperienza e innovazione;
12. promuovere la collaborazione con tutti gli stakeholder del settore sanitario, come, ad esempio, associazioni per la tutela della salute, sindacati, industrie, forze sociali e politiche fino al Ministero della Salute, sulle problematiche relative al profilo professionale e agli ambiti di svolgimento dell’attività.